Allerta

“A bocce ferme forse è il momento di fare alcune riflessioni sul l’allerta dei giorni scorsi. Per chi non lo sapesse traduco il sistema delle allerte colorate. Rosso è tutto chiuso, giallo e verde tutto ok mentre arancione fa rima con mettilo al sindaco il suppostone”. Così il sindaco di Dianio Marina, il leghista Giacomo Chiappori, interviene sul caso “allerta arancione”. Ogni anno, infatti, le allerte dell’Osservatorio meteo sismico della Regione Liguria fanno discutere. “Sì, perché se non succede niente il sindaco ha esagerato a chiudere le scuole – aggiunge Chiappori – se invece succede un disastro è colpa del sindaco che non ha chiuso. Ora basta con con l’assunzione gratis di di responsabilità”. Conclude: “Chiediamo tutti insieme un sistema di allerta che non lasci soli i sindaci, soprattutto quelli dei piccoli comuni, senza strutture e personale. Basta scaricare i suppostoni sui sindaci. Comunque in allerta arancione per il momento io continuerò a chiudere le scuole pensando prima di tutto alla salute dei nostri figli senza fare il fenomeno”.

Leggi anche:  Il Festival della Canzone sarà il tema dei Carri Fioriti

Leggi QUI le altre notizie