Il MOAC  è aperto tutti i giorni, dalle 16.30 alle 00.30, come sempre con ingresso gratuito

Alle 18 al Palafiori taglio del nastro del Moac

Questo pomeriggio alle ore 18 al Palafiori il taglio del nastro del 51° Moac. Saranno presenti per il comune di Sanremo il vice sindaco Alessandro Sindoni, l’assessore alle Attività Produttive Mauro Menozzi e gli organizzatori.

La cerimonia di apertura sarà preceduta dalla sfilata, lungo la città dei fiori, della Banda Canta e Sciuscia e dai figuranti e sbandieratori del “Sestè Bùrgu” di Ventimiglia.

Sarà un’edizione del MOAC davvero ricca, quella di quest’anno al Palafiori di Sanremo, nel segno dell’arte e della qualità, sempre nell’ambito dell’artigianato nazionale ed internazionale. Espositori che spaziano dall’intaglio del legno a bijoux e gioielli, dai tessuti agli indumenti, da calzature ad oggetti dal sapore etnico a lavorazioni in metallo e di arredamento. Senza dimenticare gli artigiani del gusto, che hanno scelto i sapori tipici e gli aromi locali per mantenere le tradizioni e tramandare gli insegnamenti e le ricette del passato.

L’Arte, dicevamo, con un paio di esposizioni – nell’apposita Zona Museale – che sono davvero uniche, nel senso stretto della parola.

La prima riguarda le tante attività artigiane che ad inizio secolo si spostavano di quartiere in quartiere e di paese in paese, su biciclette appositamente ed ingegnosamente allestite (arrotini, spazzacamini, lattai, fornai, falegnami, ombrellai, idraulici, salumieri, impagliatori, eccetera). Ecco allora l’esclusiva esposizione “Le antiche botteghe su due ruote”: biciclette “su misura” elaborate ad hoc nel corso del ‘900, che vi stupiranno ed affascineranno. In abbinamento anche una interessante esposizione di strumenti ed attrezzi da lavoro del medesimo periodo, tutti realizzati rigorosamente a mano.

La seconda invece tratta di pittura. Circa 50 dipinti di 1 m. per 1 m., realizzati da alunni di scuole italiane e straniere (Materne, Elementari e Medie), che hanno partecipato nel corso degli anni al Concorso Educ-Arte, nell’ambito del GEF (Il Festival Mondiale di Creatività nella Scuola) e che sono state esposte ogni anno al Teatro Ariston, votate da apposite Giurie. La Kismet – organizzatrice del GEF e proprietaria delle opere – le ha messe a disposizione per una raccolta di fondi da devolvere all’UNICEF in occasione dei 30 anni dalla firma della Convenzione dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, contro la malnutrizione infantile.

Leggi anche:  Atmosfera natalizia, Nobel Week e i tanti eventi di questo fine settimana

Nel corso della settimana tanti gli eventi che si svolgeranno nell’Area Attrezzata Interna, sulla Terrazza e nella Zona Esterna al piano terra: dimostrazioni di Make-up, di Riflessologia Podalica Oculistica e di Massaggi, spettacolo di Body Painting (Confartigianato Imperia), Showcoocking dedicati alla Dieta Mediterranea (CNA di Imperia con Associazione Ristoranti della Tavolozza, Consorzio della Valle Argentina, produttori di Ventimiglia, Vallecrosia e Camporosso in collaborazione con Edizioni ZEM di Vallecrosia), Festival del Pesto e del “Turtun” (Associazione Procaste della Val Nervia), esposizione di immagini fotografiche del Festival della Canzone (Archivio Moreschi Sanremo), elezione di Miss Confartigianato (acconciature di Parrucchieri Gori Arma di Taggia), sfilata di Moda con le ragazze di Miss Inverno (vestiti di MaST Ventimiglia).

Tutte le sere musica live (con Davide Ferrari) e Country Music (con Jerrigei & Dany Scily) e poi Danze Sudamericane e Ballo Liscio (Love Dance di Arma di Taggia); ed ancora laboratori creativi per bimbi con LEGO, palloncini e sabbiarelli a cura di Sanremo Festa, spazio giochi per i più piccini con La Fabbrica di Pillow, ogni sabato ospite è la Mascotte Bing. E poi tutti i giorni “Movida Food” con carne abruzzese alla griglia o Paella e Sangria, per un aperitivo sfizioso.

Il MOAC , di cui La riviera è media partner è aperto tutti i giorni, dalle 16.30 alle 00.30, come sempre con ingresso gratuito