“Adesso Basta” migranti. Un centinaio di manifestanti per dire “stop” ai migranti

Seconda manifestazione a Ventimiglia

Dopo quella della settimana scorsa in questi momenti nella città di confine un centinaio di persone dei comitati spontanei dei residenti sta manifestando al grido di “Adesso Basta”.

Il corteo che si è formato al borgo di Ventimiglia ora si sta dirigendo verso il Comune passando dal ponte sul Roya. La città è presidiata dalle forze dell’ordine e in alcuni tratti il traffico è bloccato

e

“Chiediamo dimissioni del sindaco. Rivogliamo Gaetano Scullino”

I manifestanti chiedono a gran voce le dimissioni del sindaco Enrico Ioculano. “Vogliamo che ritorni Gaetano Scullino” urlano le decine di persone che si stanno dirigendo davanti al comune di Ventimiglia.

“Vogliamo la nostra libertà che è il bene più prezioso. Rivogliamo Ventimiglia come prima con tutti i suoi difetti,è inamissibile che la gente debba farsi accompagnare a comprare le sigarette la sera. Mia figlia non può uscire la sera. E’ vergognoso – dice Michele Zuppardo che ha promosso la manifestazione.  Rivogliamo Gaetano Scullino”

Leggi anche:  Al via il corso per volontari Croce Bianca di Imperia

Parla Michele Zuppardo

La lettera del sindaco

“La sicurezza è garantita dalle Forze dell’Ordine superiori alla media nazionale. Esistono dei provvedimenti contro il fenomeno dei bivacchi – ha scritto il sindaco in una lettera protocollata – La vendita di alcoolici è vietata. L’efficacia dei provvedimenti è limitata perchè si tratta di soggetti nullatenenti. In merito alla sospensione di infopoint non è nel nostro potere intervenire su un’attività privata. L’ordinanza di somministrazione pasti l’amministrazione sta lavorando con le forze dell’ordine per trovare soluzioni. Il servizio di pulizia è stato implementata con un’autobotte e una idropulitrice. E’ stato chiuso il centro delle Gianchette”