Le accise della Liguria, spiega il governatore Toti, esistono dal 2011 per aiutare i territori in emergenza. Nessun nuovo aumento.

Accise carburanti, la Regione Liguria smentisce gli aumenti

La Regione Liguria, dopo le notizie circolate questa mattina circa le nuove accise sui carburante, smentisce gli aumenti.

“Mi lasciano perplesso le dichiarazioni del Ministro Toninelli sulle accise della Liguria” spiega Giovanni Toti con un lungo post sul suo profilo Facebook dove cerca di fare chiarezza.

“Il Ministro delle Infrastrutture dovrebbe sapere che quelle accise esistono dal 2011 e sono sempre state usate per intervenire sul dissesto idrogeologico della regione e per aiutare i territori in emergenza.

Abbiamo chiesto che venissero confermate perché, se il Governo intende dare un segnale sulle accise, può benissimo cancellare quelle sulla guerra di Abissinia, che servono a pagare sprechi vari, invece di fare cassa a spese dei territori colpiti dal maltempo.

Quanto alla nostra capacità di gestire le emergenze, mi sembra che la città di Genova e la regione Liguria abbiano dimostrato, a differenza di altri, la propria competenza.

Leggi anche:  Rotonda Foce - Il sindaco difende il progetto dalle critiche sui costi

Quanto ai soldi del Governo, ricordo al Ministro che la Liguria ha avuto circa 150 milioni di euro di danni, che per ora il Governo ne ha stanziati 6,5. Pregherei il Ministro di occuparsi dei rimanenti fondi promessi e non ancora arrivati, rassicurandolo che li spenderemo con efficienza per aiutare famiglie e imprese. Quanto alle accise, qualora vogliano tagliare le tasse, ne troveranno di ogni tipo e genere, vecchie di decine di anni, su cui il Governo del cambiamento potrà sbizzarrirsi”.