Taglio del nastro con le autorità presenti per la 21^ edizione delle Vele d’Epoca.

Sono numerose le novità di questa 21^ edizione, a partire dal ritorno all’annualità dell’evento.

I numeri. Sono quarantotto le bellissime Regine del mare iscritte, imbarcazioni di grande prestigio, qualità e storia: Lulu, un vintage yacht classe 1897, è la più datata barca da diporto in Francia, tanto da essere considerata di interesse storico nazionale; Chips, un rappresentante della Classe P, una delle classi dell’Universal Rule che è stata messa a punto nel 1903 da Nathanael Herreshoff e che ha dato vita agli scafi che, insieme ai J class, hanno disputato l’America’s Cup dal 1914 al 1937. E ancora Jour de Fête, che ha avuto come skipper storico anche Bruno Troublè, inventore della Louis Vuitton Cup. Presenti poi le famose Moonbeam IV, Halloween, Manitou, Il Moro di Venezia, Ea, Emilia, che tante volte hanno partecipato alle Vele d’Epoca di Imperia e non hanno voluto mancare nemmeno per la prima edizione annuale.

In banchina anche le barche della Marina Militare Artica II, Corsaro II e Stella Polare. E poi, prima volta alle Vele d’Epoca di Imperia, ci saranno Invader, uno schooner del 1905, e Skylark, che fu portabandiera del Los Angeles e Transpacific Yacht Clubs. Applaudito anche il ritorno del Tuiga, barca portabandiera dello Yacht Club de Monaco. Lo scafo del Principato porta con sé anche l’altra grande novità di questa edizione: il Trofeo Riviera. La regata di avvicinamento tra Imperia e Montecarlo, che porterà le Regine del Mare, iscritte alla Monaco Classic Week, dalla Calata Anselmi allo Yacht Club de Monaco, lunedì 9 settembre, a termine del Raduno Imperiese.

Sei le classi di regata: classici, epoca aurici, epoca marconi, spirit of tradition, big boats e IOR. Gli IOR – International Offshore Rule . La 21^ edizione darà vita a una vera e propria settimana della Vela, perché nel mare di Imperia si sfideranno anche 90 Dinghy 12’, derive storiche affascinanti ed eleganti, che si giocheranno la tappa finale del Campionato Italiano Open. Il vincitore alzerà il trofeo sabato 7 settembre in Calata Anselmi.

In totale sono 140 barche a sfidarsi in mare in un campo di regata che può vantarsi della Bandiera Blu.

La giornata inaugurale di oggi ha visto il taglio del nastro con la cerimonia ufficiale alla presenza delle Autorità civili e militari presso il palco centrale di Calata Anselmi, con il suggestivo accompagnamento della Filarmonica Città di Imperia.

Regate da domani in mare

Le regate prenderanno il via venerdì e si concluderanno domenica, con le ‘Regine del Mare’ che uscendo dal porto daranno sfoggio di tutta la loro bellezza per aggiudicarsi il Premio de La Grande Parata. La Parata di Eleganza, che avrà inizio alle 10, sarà ben visibile dal Molo Lungo di Porto Maurizio. Sempre domenica, a partire dalle 17.30, sul palco di Calata Anselmi si terrà la cerimonia ufficiale di chiusura che premierà i vincitori di questa nuova edizione delle Vele d’Epoca di Imperia e che darà appuntamento alla prossima, nel settembre 2020. 

Spettacoli e attività collaterali

Leggi anche:  Incidente in centro a Imperia. Tre auto coinvolte e traffico in tilt

Si tratta di un’edizione che non si è risparmiata in regate in mare ma neanche in spettacoli e attività collaterali a terra. Mostre, installazioni e musei cittadini aperti per permettere ai visitatori di conoscere non solo le spiagge e i moli cittadini, ma anche la storia, l’arte e la cultura di Imperia.

Le parole del sindaco Claudio Scajola

Un anno fa l’evento ha riscosso grande successo: la banchina gremita da splendide imbarcazioni, l’area circostante decisamente migliorata e la sensazione di una Città che si è stretta attorno alle Vele.Abbiamo scelto di non accontentarci, di traguardare un nuovo orizzonte, di riportare questa manifestazione alla originaria frequenza annuale.Lo spettacolo di oggi è la conferma di aver seguito la giusta rotta.L’altra novità di quest’anno è il Trofeo Riviera, la regata che avvicina Imperia a Montecarlo, le Vele d’Epoca alla Monaco Classic Week. Un appuntamento di prestigio che rafforza l’immagine di Imperia quale Città della Vela”