E due! A Barletta (montepremi 46mila euro) il 24enne tennista sanremese Gianluca Mager si aggiudica il suo secondo Challenger Atp in carriera dopo quello di gennaio a Coblenza in Germania. 7-6 5-7 3-2 il punteggio della finale contro il serbo Nikola Milojevic ritiratosi per infortunio appunto nel terzo set quando Mager conduceva 3-2. Per recuperare una palla di Mager caduta sul nastro Milojevic  ha sbattuto sul paletto della rete. Brutto infortunio che non gli ha consentito di riprendere il gioco

Gianluca Mager nuovo vincitore della Disfida di Barletta

Il nuovo top 150 del mondo (ranking che verrà ratificato lunedì prossimo con l’aggiornamento della classifica Atp: grazie agli 80 punti incassati oggi dovrebbe accasarsi intorno alla posizione 143/144) la poteva chiudere già al secondo set, quando con il servizio a favore si è fatto raggiungere e poi superare dal serbo.

Il sanremese si aggiudica il primo set al te break. Partita equilibratissima fino al 7 pari, quando Mager, dopo aver recuperato dal 6-4 per Milojevic fa il mini break decisivo e chiude al primo set point sul suo servizio.
Il secondo set si apre nel migliore dei modi con un break di Mager sul servizio dell’avversario, che rimane a zero. Il servizio non tradisce Mager che su porta facilmente sul 3-1 e difende il break di vantaggio nel sesto gioco, quando è bravo a tenere il servizio del 4-2 ai vantaggi. La strategia di Mager (che sul servizio dell’avversario fa il minimo indispensabile per risparmiare energie, tanto da non fare neppure un punto in due turni di battuta) sembra chiara: conquistare il set   sulla sua battuta. E così si arriva sul 5-4 e servizio Mager per chiudere il match. Ma il serbo non molla e alla seconda palla break strappa in extremis il servizio che allunga la finale e sul suo servizio passa a condurre 6-5.  Mager non è più brillante come in precedenza e perde nuovamente il servizio e il set che si chiude sul 7-5.

Leggi anche:  Grande Gianluca Mager in Giappone, batte Gō Soeda e vola ai quarti di finale a Yokohama

Si va al terzo e decisivo set per la gioia del pubblico  pugliese che assiste a un match che rispetta le attese. Ma sul 3-2, frutto di un break al quinto gioco, Milojevic è costretto al ritiro dopo essere andato a sbattere contro il paletto della rete per recuperare una palla finita sul nastro di Mager.