Presepe ligure

Alloro, rosmarino, ma anche ramoscelli di ulivo e foglie di palme: sono questi gli ingredienti principali del presepe ligure, realizzato con materiali poveri, inaugurato nel pomeriggio, all’interno della “orangerie” dei giardini comunali Tommaso Reggio, di Ventimiglia.

Il presepe resterà in mostra, fino al termine delle prossime festività natalizie ed è stato realizzato da un gruppo di volontari, su input del consigliere comunale Eleonora Palmero e in collaborazione con il comitato Pro Centro storico.

Presenti il sindaco della città di confine, Gaetano Scullino, con il presidente del Comitato, Sergio Pallanca e una delegazione dell’amministrazione comunale, composta dai consiglieri Eleonora Palmero e Francesco Mauro; dal presidente del Consiglio comunale Andrea Spinosi e alcuni ospiti.

“Questo presepe – ha affermato Pallanca, durante l’inaugurazione – si allaccia un po’ alle manifestazioni che organizzeremo durante le festività natalizie, partendo dal presepe provenzale di San Michele, per proseguire con il concorso dei presepi poveri. Il 28 dicembre, inoltre, alla Biblioteca civica Aprosiana, presenterò un piccolo lavoro sulla simbologia e la storia del presepe. Le statue qui esposte sono del 1800”. L’apertura al pubblico del presepe è stata anticipata da una benedizione di don Luca Salacca.

Leggi anche:  Manifesto funebre contro Scullino: polizia individua l'autore

Leggi QUI le altre notizie