Alice Salvatore (M5S): “Il contratto di servizio con Trenitalia deve essere ridiscusso”

“I liguri sono del tutto insoddisfatti del servizio ferroviario della Regione – commenta la capogruppo regionale Alice Salvatore all’assessore competente nell’odierna seduta consiliare – I pendolari, che oggi stesso sono stati ricevuti in Regione, continuano a patire ritardi, cancellazioni, convogli spesso sporchi e con aria condizionata e/o riscaldamento malfunzionanti. Ma non solo: abbiamo chiesto all’assessore Berrino per quale motivo non siano state ancora inflitte le penali alla società Trenitalia Spa per i ben noti disservizi degli ultimi mesi. E abbiamo domandato anche perchè non sia stato ancora convocato il Tavolo per ridiscutere il contratto di servizio siglato a gennaio 2018 per garantire non solo un miglior servizio, ma anche il rispetto dei tempi e le relative modalità di erogazione di un equo indennizzo all’utenza, in termini di bonus abbonamenti”.

“La regione abbia più rispetto delle esigenze dei pendolari”

“Nel Contratto di servizio stipulato tra Regione Liguria e Trenitalia Spa emergono molte criticità, tra cui quella che riteniamo gravissima: all’atto della stesura, infatti, non è stato minimamente tenuto in considerazione l’aumento del chilometraggio a seguito del completamento del Nodo ferroviaro. A tempo debito, avevamo segnalato queste e altre problematiche, consigliando alla Giunta di stipulare un contratto più soddisfacente per tutti, che rispondesse soprattutto alle reali esigenze dei pendolari liguri. Siamo stati ignorati e i risultati oggi sono sotto gli occhi di tutti: disservizi continui che non sono ledono i diritti dei viaggiatori, ma arrecano anche un grave danno d’immagine alla nostra regione”.
“Rinnoviamo dunque il nostro invito: l’assessore Berrino convochi il tavolo con Trenitalia e rimetta in discussione il contratto firmato nel 2018 perché così com’è non va bene!”, conclude la capogruppo.