Molti i cambiamenti, come l’eliminazione della terza prova e l’introduzione delle “buste” alla prova orale,  ma la tensione dell’attesa è sempre la stessa

La novità più importante, in ogni caso, è l’assenza della famosa “tesina” e l’introduzione delle tre buste, che conterranno l’argomento di partenza dell’orale, affidando così alla sorte il proprio destino. Così come l’eliminazione della “terza prova”.

Oggi si tendono le orecchie per captare le tracce più alimentate dai “rumors” della rete. Fra le  più “mormorate” della prima prova, ci sarebbero Anna Frank, Leopardi, d’Annunzio e Verga, la nascita del web, l’ ambiente e Greta thunberg, i 50 anni dallo sbarco sulla luna e i 75 anni dallo sbarco in Normandia.
ma non bisogna dimenticare che possono spiazzare anche la Lotta per la pace, il razzismo e xenofobia, l’ omofobia, il femminismo ed i diritti delle donne, la parità dei sessi, l’immigrazione e la lotta per la pace.
Insomma tanti rumori. Tanti argomenti possibili. Una sola notte da passare insonni?