Capitaneria di Porto

Primo weekend di Luglio di intenso lavoro per gli uomini della Guardia Costiera del Compartimento Marittimo di Imperia che, nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro”, sono stati impegnati su più fronti per garantire la salvaguardia della vita umana in mare e la sicurezza delle tante attività marittime che si svolgono in questo periodo dell’anno.

Nell’ambito dei controlli a terra lungo il litorale imperiese, al fine primario di garantire la tutela della sicurezza dei bagnanti, i militari hanno contestato la pericolosa assenza, durante l’orario di apertura al pubblico, di due bagnini dalle rispettive postazioni di salvataggio.

Soccorsi in mare

A mare, invece, un primo intervento era stato già effettuato venerdì scorso, quando la Motovedetta CP 864 dell’Ufficio Circondariale marittimo di Sanremo era intervenuta a largo di Bordighera per soccorrere un natante, con a bordo cinque persone (di cui 2 bambini), rimasto alla deriva a causa di un’improvvisa avaria al motore fuoribordo. In quel caso l’unità in difficoltà, dopo esser stata prontamente individuata, veniva scortata in tutta sicurezza nel vicino porto di Bordighera.

Nel pomeriggio di domenica

in prossimità dell’imboccatura del porto del turistico di Imperia, la Motovedetta CP 882, già in mare per attività di pattugliamento programmata, è riuscita invece a trarre in salvo, con altrettanta tempestività, i tre occupanti di una moto d’acqua rovesciatasi improvvisamente per il persistente moto ondoso. I malcapitati venivano così recuperati e la Motovedetta provvedeva a dare ogni necessaria assistenza per il rientro agli ormeggi del natante presso il predetto porto Turistico.

Leggi anche:  Stefano Senardi lancia da Imperia il sostegno al Capitano Carola Rackete

Sempre nella notte tra domenica e lunedì, a poco più di un miglio dal porto di Sanremo, la Motovedetta CP 864 veniva chiamata a prestare soccorso ad un’imbarcazione a vela, battente bandiera francese, con cinque persone di equipaggio rimaste in balia del moto ondoso a causa, anche in questo caso, di un’avaria all’apparato motore. Intercettata l’unità, la Motovedetta, con il congiunto ausilio del locale gestore portuale di “Portosole”, nel frattempo fatto arrivare con un’ulteriore unità in assistenza, ne coadiuvava il rientro in sicurezza nel porto di Sanremo.

La Guardia Costiera

raccomanda a tutti i fruitori del mare di adottare sempre la massima prudenza e cautela, da osservarsi anche in spiaggia. E’ bene, infatti, sempre verificare lo stato del mare prima di fare il bagno, prestando attenzione alla presenza di eventuali bandiere rosse issate dai concessionari/gestori delle spiagge per indicare situazioni di possibile pericolo per la balneazione.

Navigando per mare, la sicurezza non è mai troppa e deve iniziare in banchina, prestando attenzione, prima di partire, alle condizioni meteomarine previste ed agli avvisi ai naviganti di eventuale interesse. E’, inoltre, opportuno controllare ogni attrezzatura di sicurezza e marinaresca, nonché le dotazioni di bordo in relazione alla navigazione da svolgere ed al numero delle persone da trasportare, avendo cura di avere carburante a sufficienza per il viaggio, tenendo in considerazione eventuali imprevisti, sempre possibili in mare.

Leggi QUI le altre notizie