Omicidio Taggia

Si è avvalso della facoltà di non rispondere, stamani, davanti al gip Paolo Luppi, di Imperia, durante l’udienza di convalida dell’arresto: Enzo Agostino, 62 anni, l’uomo accusato di aver ucciso a colpi di accetta, lunedì scorso, la sorella Palma, di 71 anni, presumibilmente per problemi legati alla convivenza.

Delitto avvenuto nella loro abitazione, situata al civico 32 di via Borghi. Difeso dagli avvocati Stefania De Maria e Giovanni Musso, Agostino è stato interrogato in ospedale, a Imperia, dov’è stato ricoverato nel Reparto di Medicina, dopo il delitto.

Nei suoi confronti, il pm Luca Scorza Azzarà che coordina le indagini, ha chiesto la detenzione in carcere, mentre la difesa ha domandato la detenzione ai domiciliari presso una struttura sanitaria, o in alternativa una comunità, viste le precarie condizioni di salute. E’ da alcuni giorni, infatti, che Agostino non mangia. Nel convalidare l’arresto, il giudice si è riservato di decidere sul tipo di custodia.

Leggi anche:  Auto contromano: schianto sull'A10, tre mezzi coinvolti. Particolari

Leggi QUI le altre notizie