De gustibus non disputandum diffest

A Badalucco venerdì 19 e sabato 20 luglio è nuovamente tempo di DIFFEST, il grande festival gratuito che anima le piazze del paesone della valle Argentina, giunto alla sesta edizione. Il programma, come da tradizione, prevede una due giorni di musica, arte e live performance con una serie di eventi che prendono vita nelle splendide piazze del borgo dell’entroterra ligure.
Il tema del DIFFEST 2019 è il GUSTO come spiegano gli organizzatori, l’Associazione culturale PuntoDiffusione:”Dopo un anno di stop, torna il Festival della Diffusione, il DIFFEST. Quest’anno il concetto che vogliamo portare in piazza è il GUSTO, nelle sue diverse accezioni e nei suoi molteplici significati. Come disse un vecchio saggio del paese: “Se esistono gusti differenti è giusto che rimangano tali. L’importante è saper condividere il tempo che ci spetta insieme con i gusti e punti che abbiamo in comune". Poche cose sono evidenti ed innegabili, e al contempo difficili da definire quanto il GUSTO. Saggio è colui che assaggia la realtà nel tentativo di conoscerla e, per conoscerla, prova a suddividerla in emozioni comprensibili e condivisibili con gli altri”
La prima serata – Si inizia venerdì 19 luglio in piazza Duomo, a partire dalle ore 19.00, con la
musica del DJ nizzardo Aim N, seguita dalle performance di “Poetry Slam” con una selezione di
poeti che vede come maestro di cerimonia Enrico Pittaluga di Generazione Disagio. Alle 20.00 il
concerto di Bob Messini, attore, tra gli altri, per Paolo Virzì e Pupi Avati, comico – cabarettistico
per Drive in e Quelli del Calcio, qui in veste di cantautore. A seguire Cinematic Zoo band a tratti
punk rock a tratti bizzarre, arrivano al DIFFEST con un nuovo album di inediti in francese.
Alle 23.30 MARTE bravissima musicista e cantante genovese e, in chiusura, l’ esplosivo Rockabilly dei The Nuclears. Sempre in piazza Duomo, sia venerdì 19 che sabato 20, si potranno degustare i vini del’Agenzia Grandi Vini, con i due punti cibo: uno a cura della Gastronomia locale “La Canestra” con prodotti tipici di Badalucco e l’altro a cura di Munchies: panini farciti con carni sceltissime, cotte senza fretta sulle braci o con un lento processo di affumicatura usando legno di ulivo, ciliegio e melo.
La seconda serata – Sabato 20 luglio il DIFFEST da piazza Duomo si espande anche nelle altre
piazze del paese, piazza Santa Cecilia e piazza G. Rodi, con vari appuntamenti in contemporanea
nel cuore del centro storico di Badalucco.
Si riparte in piazza Duomo dalle 19.00 con VitoRiot & Diana MISS PEARL djset, seguito dallo
spettacolo del cabarettista genovese Enrique Balbontin, comico genovese noto per le sue “lezioni di
Savonese” e sicuramente visto più volte a Zelig o Colorado Cafè. Alle 21:30 Lucio Leoni
talentuoso cantautore Romano, poi 22.30 A Morning Loss da Imperia, autodefinitisi “la più
caramellosa orchestrina di powerpop del nordovest”. Alle 23.30 Le Sigarette un duo romano
batteria, chitarra e voci nato dalle menti di Jacopo Dell’Abate e Lorenzo Lemme e, in chiusura, il Dj
set di Luca Fronza, Dj/Producer italiano di fama internazionale con una passione sfrenata per le
frequenze basse, vincitore dell’HipHop Village promosso da Musica! (La Repubblica) con Radio
Deejay e del premio “best breakbeat dj/producer” Red Bull Homegroove nel 2003. Ha calcato le
consolle dei migliori locali notturni e festival nazionali ed internazionali, tra cui spicca la presenza a
MTV re:ART e al Glastonbury Festival (UK). Durante la serata, proprio nella piazza, Live painting
Maurizio Jori, artista autodidatta formatosi tramite un’intensa esperienza di”urban exploration”
nelle principali capitali mondiali che realizza interventi murali di rigenerazione urbana con enti
pubblici e privati e, nella Art Gallery, uno spettacolo di shadow theatre di Marie Donath, artista
berlinese, con “The birds” , ripetuto tre volte ai seguenti orari: 21.30 – 22.30 – 23.00
In contemporanea, in piazza Santa Cecilia, aperitivo con i cocktail del Bar Affini di Torino, con stand gastronomico a cura del famoso ristorante badalucchese Ca’ Mea, sulle note del Dj set di Marco Palmieri, torinese installatosi a Zurigo, sound producer e fondatore dei Linea 77! A seguire, alle 21.00 esibizione di Rocco di Bisceglie e Francesco Lurgo, seguita da Sartoria Sonora, in programma alle 22.00 e, in chiusura, The Karma Keeper & Sandher. Tutti gli artisti appena citati
abbracciano l’elettronica mescolandola però con chitarre classiche o fiati, come il sax,
accompagnando gli spettatori in un interessante viaggio sonoro.
Sempre sabato 20 luglio, esibizioni e musica in piazza G. Rodi, con la performance di Nemuri
No-Hana, a partire dalle 19.30, seguita dai Byenow, duo di folk sperimentale; alle 22.00 One Glass
Eye, band emiliana genere dream pop e, in chiusura, La macchina di von Neumann , band brianzola
che suona musica strumentale dal 2014 con la pubblicazione di tre EP autoprodotti, S/T (2014), Tale
Edro Shin Tone e Buona Musica! (2015), fino al primo album Formalismi, pubblicato nel 2018.
Durante tutta la serata sarà possibile degustare le birre del birrificio Nadir di Sanremo, con il

servizio food fornito dal Globo, couscous vegetariani e non, insalate di farro e molto altro.