Salto in lungo

L’atleta sanremese Fabrizio Pertile si è laureato campione italiano master per la sesta volta in carriera, nel salto in lungo, con un risultato di 6 metri e 25 centimetri ottenuto a Campi Bisenzio, in provincia di Firenze. Ha vinto con distacco di oltre mezzo metro dal secondo classificato. “E’ stata una gara molto difficile caratterizzata dall’estremo caldo, a oltre 38 gradi. Ho avuto i crampi ai polpacci dal primo all’ultimo salto; ho dovuto modificare la rincorsa per riuscire a concludere la gara avrei voluto saltare molto di più ma sono soddisfatto ugualmente in queste condizioni ho fatto il massimo possibile”.

Un altro oro e un argento

Sei metri e 25 è stata la miglior misura di tutte le categorie master della manifestazione nel salto in lungo. Nella seconda giornata, sabato, è anche arrivata la medaglia d’argento nel salto in alto, con 1 metro e 72; medaglia d’oro sfiorata a 1 metro e 78, sbagliato di pochissimo.

“Nel pomeriggio è arrivata anche un’altra ottima prestazione con l’oro nel salto triplo”, dove Pertile vince ancora con 12 metri e 46 centimetri, stabilendo il nuovo record ligure master e vincendo il suo settimo titolo italiano.

Dichiara

“Sono molto soddisfatto di questi campionati italiani master 2019 tanti sacrifici e allenamenti sono stati ampiamente ripagati con due ori e un argento non potevo chiedere di più ora voglio solo riposarmi qualche giorno e poi riprenderò la preparazione in vista dei Campionati Europei Master di Jesolo dove gareggerò e proverò a portare a casa una medaglia nel salto in lungo con la maglia azzurra”.

Conclude: “Voglio dedicare questi due titoli italiani a Massimino il custode della pista di atletica di Sanremo prematuramente scomparso a cui noi atleti eravamo tutti molto legati era sempre il primo a complimentarsi quando vincevo una persona di una gentilezza ed umanità incredibile ci manca davvero molto”.

Leggi QUI le altre notizie

Leggi anche:  Una settimana di incontri per la settimana nazionale della dislessia