Giallo

Sarà l’autopsia, disposta dalla Procura di Imperia, a svelare il giallo sulla morte di Salvatore Lo Castro, l’artista di 47 anni, di Bussana Vecchia, trovato morto ieri sera dalla compagna, al suo rientro in casa. Al momento è impossibile stabilire, se sia deceduto per un malore e cadendo abbia battuto la testa o se quella ferita sulla fronte l’abbia riportata in seguito all’aggressione con un oggetto contundente.

Corporatura piuttosto massiccia, la vittima viveva in una casa piccola; all’interno c’erano anche diversi mobili con spigoli, quindi non si esclude la caduta accidentale. Nella sua abitazione sono state trovate delle statuine, le quali lasciano pensare che lavorasse come scultore.

Il quarantasettenne, infatti, viveva in un quartiere abitato da una comunità di artisti, molti dei quali hanno occupato quegli edifici, rimasti danneggiati dopo il devastante terremoto del 1887.

Dal sopralluogo della Polizia scientifica e degli agenti del locale commissariato, è risultato che l’appartamento era in ordine. Sul corpo della vittima, all’apparenza, non c’erano segni di violenza. Salvatore Lo Castro non risulta avere precedenti. L’estate scorsa era rimasto coinvolto in una sorta di rissa, ma a parte quello non si segnalano altri episodi degni di nota

Leggi anche:  Sindaco arrestato per bracconaggio, ci sono anche 7 cacciatori indagati

Leggi QUI le altre notizie.