Sono oltre ventimila gli abitanti dei Comuni del Golfo Dianese, che sono senz’acqua, dalla tarda mattinata, a causa di un nuovo guasto alle tubature del Roja Bis, tra Imperia e Diano Marina.

Dopo il guasto di domenica scorsa, alla foce del torrente Impero, di Imperia, che ha provocato l’interruzione, per diverse ore, del servizio e dopo altri guasti di ieri, che per fortuna non hanno comportato analoghi disagi, oggi purtroppo i rubinetti sono di nuovo all’asciutto.

Stamattina, all’altezza della Galezza, a distanza di duecento metri, si sono aperte altre due falle nella tubazione, che sono state riparate senza troppi disagi.

Più tardi, si è verificata l’esplosione di un tubo – gestito dall’acquedotto Amat di Imperia – il cui punto esatto è in corso di accertamento, che ha comportato l’immediata sospensione del servizio.

“Si tratta dell’ennesima rottura di un tubo del Roja, nel tratto gestito da Amat, tra Imperia e Diano Marina – avverte l’ingegnere Valerio Chiarelli, di Rivieracqua, il gestore unico del servizio idrico in provincia di Imperia – dove si sono verificati numerosi cedimenti della tubazione. Ribadisco, comunque, che la nostra società ha affidato la progettazione di uno studio di fattibilità per il raddoppio della tubazione del Roja, tra Porto Maurizio e Andora, che verrà consegnato nel mese di novembre e che permetterà, una volta realizzata l’opera, di sopperire a questi gravi e imbarazzanti disservizi”.

Leggi anche:  Imperia: dal Comune un contributo a famiglie con minori 10 anni e nonni a carico

Alle 15, a Diano marina, è previsto l’arrivo di un’autobotte. Il servizio dovrebbe essere ripristinato in serata, ma i tempi non si conoscono.