Nato a Genova il 24 marzo del 1999, Caruso ha mosso i primi passi nella Rivarolese, poi a otto anni è passato al Genoa con cui ha fatto tutta la trafila delle formazioni giovanili. A 16 anni è stato girato alla primavera della Virtus Entella di mister Castorina. Nella stagione 2017/2018 ha difeso i pali dell’Albissola nel girone E di serie D ed è stato tra i protagonisti della storica
promozione in C dei “Ceramisti” proprio ai danni della Sanremese. Con la maglia dell’Albissola in campionato ha totalizzato 32 presenze e subito 26 reti, mentre nella Poule Scudetto di serie
D è sceso in campo 3 volte, subendo 7 gol. Quest’anno ha totalizzato 31 presenze nella Lavagnese, sempre in D.

“Sono molto contento di essere a Sanremo – dichiara Simone Caruso – due anni fa, quando difendevo i pali dell’Albissola, ho avuto modo di incontrare la Sanremese e ho apprezzato il calore della piazza. Diciamo che nella lotta per vincere il campionato non eravamo certo noi i favoriti, anche perché alla fine del girone di andata eravamo molto lontani dalla vetta. Poi nel girone di ritorno abbiamo realizzato una vera e propria impresa che spero di ripetere qui. Sono un portiere molto tradizionale, mi piace farmi sentire e comandare la difesa. Il mio punto di riferimento in serie A è il numero uno del Cagliari Alessio Cragno. Prometto ai miei nuovi tifosi il massimo impegno”.