Arrestato il sindaco

Il sindaco di Triora, Massimo Di Fazio, 46 anni, lista civica “Triora Viva”, è stato arrestato, stamani, dagli agenti della polizia posta di Imperia, su ordina di custodia cautelare, ai domiciliari, emesso dal gip del tribunale di Imperia, con l’accusa di bracconaggio e utilizzo di armi da sparo.

L’inchiesta non riguarda la sua figura istituzionale di sindaco, ma la sua attività di cacciatore e, in particolare, il fatto di aver partecipato, secondo quanto contestato dalla Procura, a battute clandestine di caccia al cinghiale. Ma non è tutto. Essendogli stato revocato il porto d’armi, per lo stesso morivo, già una decina di anni fa, deve rispondere anche dell’utilizzo del fucile.

Gli investigatori hanno perquisito la sua abitazioni alla ricerca di armi, ma al momento non ne sarebbero state trovate. Non sappiamo se ci siano anche degli indagati in stato di libertà. Di Fazio è difeso dagli avvocati Alessandro Moroni e Simona Bertoldo. Triora, paese finora conosciuto come il Paese delle Streghe, balza oggi agli onori delle cronache per l’arresto del suo primo cittadino.

Leggi anche:  Rezzo: crolla parte dell'oratorio per colpa della frana

Leggi QUI le altre notizie