Si chiude con una giornata di no race l’atto inaugurale della J/70 Cup. Le condizioni metereologiche troppo severe, con vento da Levante teso oltre i 35 nodi, quindi superiore al limite di Classe, hanno infatti provocato l’annullamento tempestivo delle regate di domenica.

J/70 Cup: Enfant Terrible brilla nella prima a Sanremo

Non c’è quindi nessun cambiamento nel ranking generale, con Enfant Terrible (2-4-1-1-3 i parziali della serie) di Alberto Rossi e Branko Brcin che conquista la prima tappa del circuito italiano J/70 Cup.

Muove così un importante passo verso la qualificazione per i J/70 Worlds di Marblehead, a cui avranno diritto d’accesso solo i migliori equipaggi di ogni nazione.

Alle spalle di Enfant Terrible, con un solo punto di margine, Calvi Network (1-2-3-2-BFD) nelle sue nuove vesti con Gianfranco Noè al timone e Karlo Hmeljak alle scelte tattiche.

Terzo posto per Petite Terrible (9-29-2-3-1), con Claudia Rossi e Michele Paoletti che, nella seconda giornata di regate, erano stati capaci di guidare l’equipaggio in una impeccabile rimonta dalla quattordicesima alla terza posizione.

C’è stata battaglia anche tra i non professionisti della categoria Corinthian. Si è imposto Paolo Tomsic con la sua Società Nautica Grigano (8-27-15-16-12), lasciando alle spalle con 38 punti di vantaggio Gijetta (30-38-27-13-19) di Edoardo Meroni. Medaglia di bronzo per Josette (15*-50-17-26- 18) di Marco Schirato.

Leggi anche:  Serie D Sanremese si prepara per la gara contro Ghivizzano

“È sempre un piacere ospitare la numerosissima flotta J/70 nel nostro Yacht Club. Con queste cinque prove a inizio stagione, speriamo di aver un po’ saziato la vostra fame di vela dopo la pausa invernale” ha detto Beppe Zaoli, presidente dello Yacht Club Sanremo, durante la cerimonia di premiazione.

Lasciato Sanremo, gli equipaggi faranno rotta su Porto Ercole. Il Circolo Nautico e della Vela Argentario ospiterà la seconda frazione della J/70 Cup. Si tratta quindi dell’ultima occasione per misurarsi con la flotta prima del Campionato Europeo di Vigo e l’Italiano di Malcesine.