Dopo 22 giornate Argentina Arma trionfa allo Sclavi

22 giornate. Tanto ha dovuto attendere l’Argentina 2017/2018 per la prima vittoria. In una partita giocata con cuore e grinta i rossoneri sono stati capaci di superare tra le mura amiche dello “Sclavi” una Lavagnese mai doma per due reti a nessuna. La partita, mai in discussione sul piano della supremazia in campo, ha avuto le sue svolte nel vantaggio di Di Lauro nel primo tempo e nell’espulsione di Censini nel secondo. Ora testa all’Unione Sanremo per proseguire la rincorsa appena iniziata verso i play-out.

LA CRONACA

2′ Tiro di Alluci da fuori area respinto da Fiuzzi. Pallone in calcio d’angolo;
10′ Punizione di Ruggiero, Pierini fa la torre e libera Vitiello che, a tu per tu con Nassano, colpisce il palo. Sulla respinta Gaudio non trova la porta e il pallone finisce sul fondo;
20′ Calcio d’angolo dalla sinistra per l’Argentina. Palla al centro respinta ma bravo Martelli a rimettere immediatamente sul secondo palo. Vitiello non arriva sul pallone;
22′ Croci, liberato in posizione sospetta da un filtrante di Corsini, fa partire un diagonale che finisce fuori di poco;
33′ Fonjock è autore di un’ottima azione personale. Il suo tiro viene respinto;
43′ Calcio d’angolo dalla destra per un’azione caparbia di Martelli sulla linea di fondo. Palla al centro e palo clamoroso dell’Argentina. Sulla ribattuta questa volta c’è però Di Lauro che corregge in rete per il vantaggio dei padroni di casa;
50′ Punizione dal limite dell’area di Ruggiero e palla poco alta sulla traversa;
58′ Azione personale di Martelli che si invola e viene fermato solo da un fallo di Corsini da ultimo uomo. Punizione ed espulsione diretta per l’ospite. Ancora Ruggiero alla battuta e ancora palla sul fondo per poco;
60′ Grande contropiede dell’Argentina: Terzoni lancia per Vitiello ma Avellino è bravo a respingere. Raccoglie Gaudio che tira senza trovare lo specchio della porta;
66′ Ancora contropiede dell’Argentina. Gaudio e Pierini liberano al tiro Ruggiero  che non riesce ad inquadrare lo specchio della porta da posizione favorevole;
69′ Azione personale di Martelli che scatena un 3 contro 3. Rientra su di lui Penna che commette fallo e viene ammonito. Punizione dalla solita mattonella ma questa volta va alla battuta Terzoni. Palla di poco a lato;
74′ Raddoppio Argentina: lancio lungo ed errore in disimpegno della Lavagnese. Martelli serve Vitiello che si ritrova a tu per tu con Nassano. Il guardalinee segnala in fuorigioco ma l’arbitro decide che è tutto regolare. Il centravanti rossonero è così libero di insaccare per il suo quarto goal nelle ultime tre partite.

Tabellino

ARGENTINA: 1.Mandelli (A 45′), 2.Berni (A 74′), 3.Pipoli, 4.Terzoni, 5.Di Lauro (dall’80’ 13.Padovani), 6.Fiuzzi (c), 7.Gaudio, 8.Martelli, 9.Vitiello (dal 82′ 18.Galesio), Ruggiero, 11.Pierini (dall’87’ 14.Napoli). A disp: 12.Trucco, 15.Malafronte, 16.Aretuso, 17.Cianciaruso, 19.Rosato, 20.Scortichini. All: Casu.
LAVAGNESE: 1.Nassano, 4.Avellino (c), 8.Alluci (dal 46′ 23.Ranieri), 9.Croci, 10.Frugoli, 14.Corsini (dal 25.Penna (A 69′)), 19.Fonjock, 20.Censini (E 58′), 24.Di Pietro, 26.Carta, 30.Bacigalupo. A disp: 12.Gaccioli, 6.Garbarino, 13.Bertora, 15.Maigini, 16.Canessa, 17.Martino, 21.Rovido. All: Venuti.
DIRETTORE DI GARA: sig Matteo Frosi (TREVIGLIO)
ASSISTENTI: sig. Manuel Marchese (PAVIA) e sig. Davide Simonini (GALLARATE)