Fitness e stretching sono fondamentali. Un cervello pigro rende pigro il corpo. Avere a noia l’attività mentale riduce la propensione all’attività fisica… In buona sostanza non vi resta che convincervi che, per il vostro benessere, occorre fare sia attività cerebrale, che fisica. Gli esperti sostengono che quest’ultima attività debba essere svolta con cadenza bisettimanale. E può essere come la preferite. Non necessariamente all’aperto, non necessariamente al chiuso. L’importante è che facciate movimento.

Fitness e stretching

Tutto ciò vi aiuterà a raggiungere un’ottimo stato di forma. Dovreste sempre muovervi tenendo presente che «la salute è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale». Il fitness è sicuramente uno dei metodi più validi per ottenere un buono stato di forma. Se abbinato al cardiofitness e allo stretching i risultati sono ancora più evidenti. In particolare grazie ad esse è possibile incrementare forza e resistenza muscolare, mobilità articolare, capacità ed efficienza aerobica, fiducia in se stessi e serenità. Grazie alla pratica di questo genere d’attività fisica si allontanano i rischi di numerose malattie: stress, ipertensione, sovrappeso, colesteroloemia, triglicerididemia, patologie articolari e scheletriche, diabete.

L’importanza della prevenzione

Grazie al fitness è possibile prevenire particolarmente le malattie cardiovascolari che, come riportato dalle più recenti statistiche, rappresentano la più diffusa causa di morte nei paesi occidentali. Inoltre, l’attività fisica può aiutare molti soggetti a far fronte a tensioni ed instabilità emotive e, ad esempio, a liberarsi dal tabagismo (altro fattore di rischio cardiovascolare) o quanto meno a ridurlo. Tornando al discorso iniziale, il movimento, comunque esso sia praticato, fa benissimo alla salute. C’è però da tenere presente che moto e fitness fanno ancora meglio se praticati dall’infanzia alla vecchiaia adattandole via via all’età e alle capacità dell’individuo.

Leggi anche:  Disturbi della deambulazione degli anziani, ecco cosa fare

Sopportare le emergenze

Moderazione e regolarità di vita sono le migliori garanzie di efficienza fisica. Un’ultima considerazione che occorre fare è che un fisico allenato riesce a sopportare meglio le emergenze in caso di necessità. Ciò in quanto avrà a disposizione più riserve sia dal punto di vista cardiovascolare che dell’apparato respiratorio. Più forza, inoltre, a disposizione dell’apparato neuromuscolare anche per l’esecuzione di movimenti eventualmente richiesti in caso di emergenza.