Il Comune ha intitolato tre nuove vie per le frazioni di Bevera e Roverino, a Ventimiglia. Si tratta di: via delle Lone (Bevera), via dei Cianeti (Bevera) e via Giovanni Canavesio (Roverino), che prima d’ora non avevano alcun nome.

Via Cianeti: “la scelta del toponimo – è scritto nella delibera di intitolazione delle strade – si basa esclusivamente su aspetti legati alla storicizzazione dei luoghi e all’eredità dialettale che è stata trasmessa dagli abitanti del luogo che nella fattispecie, con il nome di Via Cianeti, individuano una precisa conformazione del terreno pianeggiante che caratterizza la zona”.

E poi. “Nella medesima frazione nel perimetro stradale che dal grande magazzino “Metro” si biforca per arrivare a dei capannoni industriali, la proposta della Commissione toponomastica da tutti i membri approvata, è stata quella di intitolare, rispettando l’eredità dialettale e le motivazioni sopra espresse, tale area con un toponimo dialettale “Via delle Lone” (in passato pozzanghere di media grandezza) che ben rappresentava tali appezzamenti di terra”.

Leggi anche:  Tre persone rubano l'incasso di una merceria a Ventimiglia: ecco come hanno fatto

E ancora: “Nella seduta della Commissione del giorno 11 gennaio 2016 è stata altresì discussa, prendendone atto, della necessità di intitolare l’area di circolazione attualmente indicata come un semplice rientro di Corso Limone Piemonte ma che risulta essere un’area di circolazione molto lunga che collega la Strada Statale ai confini con il comune di Camporosso attualmente numerata con doppioni di numeri presenti nel Corso, a Giovanni Canavesio, pittore italiano della seconda metà del XV secolo, nato in Piemonte, attivo in Liguria e sulle Alpi Marittime autore di opere importantissimo tra cui il grandioso ciclo di affreschi (1491) dai colori smaglianti, posto nella cappella di Notre Dame des Fontaines vicino a Briga (La Brigue)”.

Tutte le aree di circolazione indicate rientrano nella Zona Franca Urbana.