De Bonis rimette la carica di segretario cittadino del PD

L’ormai ex segretario cittadino del Partito Democratico imperiese, Antonio De Bonis, ha ufficializzato le sue dimissioni dalla carica in mattinata a margine di una conferenza stampa. La rinuncia arriva dopo una tornata elettorale che ha visto il crollo del partito, con il candidato sostenuto dai democratici, Guido Abbo, escluso dal ballottaggio (che vedrà affrontarsi Claudio Scajola, ex Ministro e uomo forte di Forza Italia e il candidato arancione del modello Toti, Luca Lanteri).

A sorprendere De Bonis il tracollo del PD, sceso sotto al 10% il 10 giugno alle urne, a fronte di un risultato sperato, con le politiche ancora fresche nella memoria degli elettori fisse al 17%, tra il 15 e il 12%. De Bonis evidenzia anche il calo dei Pentastellati. “Scajola si è davvero presentato come il cambiamento – a lui il voto di protesta, sono crollati tutti i partiti tradizionali.

Per far ripartire il Partito Democratico l’ex segretario cittadino è convinto della necessità di tornare alle origini del partito, ossia un riavvicinamento alla sinistra, la linea proposta da Orlando, in contrapposizione di Matteo Renzi, ex segretario nazionale del PD che proponeva il voto al centro “Con conseguenze disastrose se non alle Europee”.

Leggi anche:  Zagarella choc al direttivo del partito: "Non voterò Pd per non votare Abbo"