“Serve un nuovo patto per il lavoro” il messaggio del Presidente Toti

In occasione del primo maggio, festa dei lavoratori, il presidente di regione Liguria Giovanni Toti interviene con un messaggio rivolto a tutti i liguri nell’intervento alla cerimonia di consegna delle stelle al merito del lavoro questa mattina al Palazzo della Borsa di Genova.

Serve un nuovo patto per il lavoro: occorre aiutare le imprese perché tornino a investire, programmare una formazione professionale e centri per l’impiego che aiutino davvero chi cerca lavoro, riconoscere diritti ai lavoratori che ancora non li hanno e investimenti straordinari per la sicurezza. La contrattazione aziendale deve avere più spazio”.

Ricordiamo i diritti di tutti ma anche i doveri di tutti – ha proseguito Toti – Il primo dovere a cui sento di appellarmi oggi è riscoprire quella funzione sociale che è parte integrante della titolarità delle garanzie che la nostra costituzione dà anche alla proprietà privata. Gli investimenti sono un moltiplicatore del benessere, valgono quasi uno a cinque sulla capacità di crescita di un paese.  Penso che il mondo dell’impresa debba tornare a credere nel nostro sistema. E deve essere aiutata a farlo, naturalmente: per ridare fiducia a chi deve investire abbiamo bisogno di un nuovo patto sul lavoro, non possiamo andare avanti in ordine sparso. I ragazzi che oggi pedalano sulla bicicletta del pony express hanno ancora troppi diritti in meno di altri, e su questo dobbiamo impegnarci per costruire qualcosa di più, di diverso. La contrattazione collettiva deve lasciare il posto, o quantomeno cedere un po’ di spazio, alla contrattazione aziendale che rende più competitivo il lavoro e rende i lavoratori più partecipi della sorte della propria azienda”.