E’ formata da trentadue candidati: diciotto uomini e quattordici donne ed è l’unica ad essere sopravvissuta agli ultimi cinque anni di amministrazione: “Imperia di tutti, Imperia per tutti”, una delle quattro liste che appoggiano la candidatura a sindaco di Imperia di Guido Abbo, commercialista ed attuale vicesindaco in carico dell’amministrazione retta dal sindaco Carlo Capacci (indipendente).

Si tratta di una lista che fa capo al movimento riformista-socialista, tra i cui fondatori spiccano i nomi di Fabio Natta, presidente in carica della Provincia di Imperia e Franco Manti, vicepresidente di Fondazione Carige e docente universitario. Tra i vari candidati ricordiamo: l’attuale assessore Nicola Podestà e i consiglieri comunali Roberto Saluzzo e Riccardo Ghigliazza. E poi: il coordinatore del movimento, Claudio Luppi; il segretario cittadino del Partito Socialista, Pier Paolo Ramoino; l’ex sindaco di Dolcedo, avvocato Marco Ascheri; Laura Amoretti, consigliere delle Pari Opportunità sia provinciale che regionale e Paola Consiglio, insegnante al Liceo scientifico Vieusseux di Imperia.

“E’ l’unica lista sopravvissuta in questi cinque anni di amministrazione, sia a destra che a sinistra – ha commentato stamani Natta, alla presentazione dei candidati -. Non siamo un cartello elettorale, ma un movimento civico che ha degli ideali in comune e per i quali si è lavorato in questi anni”.

Leggi anche:  Due progetti di recupero dei Giardini Pubblici di Ventimiglia

Guido Abbo è appoggiato anche dalla lista del Partito Democratico, da “Laboratorio per Imperia” e da “Imperia al centro”, che è la lista con cui si è candidato.

“Esprimo soddisfazione per essere riuscito a costruire questo progetto in soli quindici giorni – commenta Abbo – vista anche la fatica di tutti a costruire le liste. Le nostre esprimono una rappresentatività a trecentosessanta gradi di Imperia”.