Il M5S di Sanremo ha lanciato una petizione contro il nuovo regolamento che disciplina gli artisti di strada. Sarebbero già più di mille le firme raccolte.

Più di mille firme alla petizione del M5S Sanremo

“Il M5S Sanremo continua la sua battaglia contro le discriminazioni contenute nel nuovo regolamento per l’esercizio dell’arte di strada e ha lanciato una petizione che in poco tempo ha superato le 1000 firme.

Il M5S Sanremo aveva presentato anche un emendamento in Consiglio Comunale, che è stato bocciato, per sostituire il comma 4 dell’art 5 che recita:

Non è consentito l’uso di alcuna tipologia di impianto di amplificazione, ad eccezione degli strumenti musicali a corda suonati da artisti in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:

a) diploma di conservatorio o aver superato almeno 3 esami

b) essere iscritto presso la SIAE come autore

È comunque assolutamente vietato l’utilizzo di basi musicali amplificate.

Le discriminazioni messe in atto dal Comune di Sanremo verso gli Artisti di strada sono:

  • Nessuna speranza di intrattenere sanremesi e turisti per gli oltre 8000 artisti italiani iscritti a Soundreef, società di gestione dei diritti d’autore alternativa alla SIAE. Per il Comune di Sanremo esiste solo la SIAE.
  • Nessuna speranza di esibirsi nelle strade della città della Musica amplificando il proprio strumento per i tanti validi artisti che, formatisi come autodidatti o allievi di prestigiose scuole musicali italiane o estere, non abbiano sostenuto esami in conservatorio.
Leggi anche:  Bordighera in Comune punta il dito "Palazzetto Sport simbolo dell'inefficienza di Pallanca"

Discriminazioni inaccettabili per una città che dovrebbe essere della Musica tutto l’anno e non solo durante il Festival”.