Un ricorso gerarchico contro l’ordinanza del sindaco di Ventimiglia, Enrico Ioculano, emessa il 7 marzo scorso, per il trasferimento temporaneo delle attività scolastiche della scuola Cavour di Ventimiglia Alta è stato presentato, oggi, da un gruppo di cittadini che ha già raccolto oltre centocinquanta firme. Nel mirino: il difetto di urgenza, di motivazione tecnica e l’errore procedurale.

Per quanto riguarda il primo punto i cittadini sostengono che non esiste un grado di rischio imminente per la popolazione scolastica.

Si specifica che c’è solo un piccolo grado di rischio nei pressi della palestra, per il distacco di intonaci, ma i solai vengono reputati tutti integri e senza rischio di crolli. e secondo i genitori, il distacco di finestre è un fenomeno contenibile che può essere affrontato tramite ordinaria manutenzione.

Per il secondo punto, i parere dell’Ufficio Tecnico non apparirebbe fondato su basi sostanziali e i ricorrenti considerano surrettizia l’ipotesi di creare una nuova scuola, quando andrebbe risistemata quella esistente. Sull’errore procedurale si avverte che lo sgombero deve essere adeguatamente motivato e deve essere previamente informata la Prefettura.