Anche gli alunni della classe quarta della primaria San Pietro di Sanremo hanno partecipato alla “Passeggiata tra gli Ulivi” domenica 29 ottobre. Ecco come, al ritorno in classe, hanno raccontato la loro esperienza a Bajardo.

In un piccolo paesino di probabile origine celtica, gli alunni della classe quarta di San Pietro di Sanremo si aggiravano con fare furtivo. Che cosa stavano cercando? La casa di Gianni e Gigi!

Era domenica 29 ottobre e stava per iniziare “La camminata tra gli ulivi “ organizzata dal Comune di Bajardo. Trovata la strada , davanti a loro si apriva un’immensa vallata dove si contrastavano l’arancio e rosso acceso del bosco e il grigio argentato degli uliveti, creando intense sfumature.

Nel silenzio della natura si poteva godere del canto degli uccellini e del fruscio delle foglie mosse dal vento, peccato per il fastidioso rumore di uno sparo avvertito in lontananza. Un potente raglio li indirizzava verso una casa circondata da uliveti, era la casa di Gianni. Il raglio era di Gigi, divertente comproprietario del “regno”, asino!

Li aspettava, ora, un’interessante esperienza: la dimostrazione dell’abbacchiatura con metodi del passato e del presente e la preparazione delle olive in salamoia. Sulla tavola imbandita: colori, profumi e sapori di cibi tipici del paese. Vassoi di friabili “bajoccoli”, un gustoso “ciousun” di erbette selvatiche e, naturalmente, un untuoso, ma profumatissimo, pane e olio!

Prima di tornare in paese, quei bambini hanno percorso un sentiero sterrato dove Gianni ha fatto acclimatare ulivi provenienti da tutti i paesi produttori d’olio del bacino mediterraneo: Spagna, Grecia, Turchia, Puglia, Calabria, Sicilia, Toscana e, naturalmente, Liguria.

Particolarmente interessante la “taggiasca” che quando arriva a maturazione diventa bianca.  Alla fine quei bambini non avrebbero più voluto tornare a casa”.