Taggia – Olio di qualità superiore è sinonimo di Frantoio Nuvolone. Il marchio di qualità è rappresentato dall’esperienza: il Frantoio Nuvolone può infatti vantare ben tre generazioni di produttori di olio extra vergine di oliva. Parliamo di una famiglia che da decenni mette a disposizione la propria passione e dei buon gustai. Il quadro d’eccellenza continua con gli alberi secolari di ulivo taggiasco, da cui viene prodotto olio di qualità superiore: la tradizione, unita al progredire della tecnologia di estrazione, ha permesso di migliorare le già alte peculiarità organolettiche del prodotto. Ed eccoci dunque a ciò che viene prodotto nel Frantoio Nuvolone: un capolavoro di gusto, un assoluto gioiello del territorio taggiasco e della Valle Argentina.

Storia del Dopoguerra

Era il 1945, subito dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando Domenico Nuvolone creò il Frantoio. Il fondatore, già telegrafista sulle navi commerciali, aveva lavorato in noti alberghi di Genova e Milano, entrando in contatto con parecchie personalità di spicco dell’epoca, come principi del Foro, dottori e persone altolocate. Ma soprattutto erano (e sono) buon gustai, capaci di riconoscere e prediligere prodotti di primissima qualità.

L’acquisto del frantoio

La nascita del Frantoio deriva dalla passione di Domenico per l’agricoltura e soprattutto per la coltivazione degli alberi secolari di olivo taggiasco. Investì i suoi guadagni per l’acquisto del frantoio già esistente, che diventò quindi Frantoio Nuvolone. L’attività fu poi tramandata a Pietro Nuvolone, nonno dell’attuale titolare: l’alta qualità del prodotto non è cambiata, anzi, ha continuato la sua ricerca verso l’eccellenza. La bontà dell’olio ha fatto sì che le stesse persone, i «clienti», divulgassero e raccontassero le peculiarità organolettiche di quest’olio extravergine di oliva di Nuvolone. Il risultato è una clientela sempre più propensa a degustare solo olio di qualità superiore.

Il passaggio a Cristiano Arnaldi

Nel 1991, con la scomparsa di Pietro Nuvolone, l’onere e il piacere di proseguire l’attività di famiglia è stato tramandato a Cristiano Arnaldi, nipote del precedente titolare. «Come si confà nelle buone famiglie ho preferito lasciare il nome dell’azienda così come era nata, perché gli insegnamenti del nonno e dello zio non andassero perduti – ha spiegato – mi impegno costantemente per mantenere sempre alta la qualità, se non addirittura per migliorarla anche grazie al progredire delle tecnologie di estrazione».

Leggi anche:  Imperia aderisce al progetto didattico Bimboil

Contatti utili per un olio di qualità superiore

Per tutte le informazioni è possibile consultare il sito www.frantoionuvolone.it, chiamare lo 0184.42195, scrivere a frantoionuvolone@gmail.com o recarsi direttamente a Taggia, in via Lungo Argentina 121.

Informazione Pubblicitaria