E’ morto, oggi, per le conseguenze di un incidente in auto avvenuto il 4 aprile del 2017, alle porte di Paravati, in provincia di Vibo Valentia, paese di cui era originario: Leopoldo “Leo” Dimasi, 30 anni, ricordato con tanto affetto anche a Bordighera, dove aveva trascorso l’infanzia e l’adolescenza, prima di tornarsene in Calabria con la famiglia. All’epoca Leo viveva ad Arziglia.

La tragedia si è consumata alle 19 circa di quel 4 aprile, quando Leo, a bordo di una Volkswagen Polo, perde il controllo della propria auto, forse a causa dell’asfalto scivoloso per la pioggia, finendo dalla parte opposta della carreggiata e andando a sbattere contro il muro di un ristorante.

A causa delle lesioni riportate, Leo finì in coma per risvegliasi sedici giorni dopo. Da allora, tuttavia, la sua vita è stato un inesorabile declino e oggi ha smesso di vivere.

Tanti i messaggi di cordoglio anche su Facebook. “Buon viaggio amico mio”, scrive Alessio. E poi: “Nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta… E tu rimarrai per sempre nel mio ❤. Ciao amico mio”, Mattia. E ancora: “Sempre nei nostri cuori, una perla di ragazzo. Tanta tristezza R.i.p”, Pasquale.