Presentato oggi il programma per i festeggiamenti di San Benedetto che si terranno questo sabato 10 febbraio.

Tolleranza zero per San Benedetto 2018: i provvedimenti del Comune

“Se falliamo questa volta non so quale altre strade saranno percorribili. San Benedetto non è un rave party, ma una festa patronale, vogliamo allegria senza esagerare”. Questo ha dichiarato il sindaco Mario Conio a margine della presentazione del programma per la tradizionale festa di San Benedetto, presentato questa mattina in conferenza stampa.

Tolleranza zero quindi per San Benedetto 2018. Questa volta il comune, che è anche organizzatore diretto con la collaborazione dei cittadini e del gruppo Sulle Orme di San Benedetto, ci mette la faccia con le autorità. Ha infatti sottoposto all’attenzione del prefetto Silvana Tizzano un fascicolo dettagliato che “traghetterà la festa nel futuro”, nel rispetto della sicurezza e del decreto Minniti.

Bando agli alcoolici superiori ai 21 gradi, alle bottiglie di vetro, alla musica dopo le 24 ed ebbene sì, anche ai classici furgari.

In un’ordinanza il sindaco stabilisce il divieto per qualsiasi dispositivo pirotecnico salvo quelli denominati “bamboo”, omologati dal Ministero nel 2012 e installati per l’occasione della festa patronale, esclusivamente da una ditta specializzata .

Leggi anche:  Furbetti del cartellino: ecco quando il processo dovrebbe andare a sentenza

Tornano tuttavia, dopo alcuni anni, le classiche fontane di fuoco in una serie di spettacoli dislocati per il centro storico, in un itinerario, dalle 20:30 fino alle 23 da via Roma fino al convento dei Domenicani, previa evacuazione delle abitazioni circostanti. “Vogliamo una festa alla portata di tutti ma che è dei taggesi” spiega il sindaco. “Ripulita dalle problematiche del passato, con uno sforzo collettivo per garantire la sicurezza, dal raddoppio degli agenti della Polizia Locale in servizio all’osservanza puntuale del decreto Minniti”.