Un passeur francese di 47 anni, B.N., residente a Cagnes sur Mer (in Costa Azzurra), che trasportava quattro migranti bengalesi stipati nel bagagliaio di una vettura Peugeot, schiacciati tra valige e borsoni e coperti con un telo, è stato arrestato dagli agenti della polizia di frontiera di Ventimiglia alla barriera autostradale dell’A10.

Ad attirare l’attenzione degli agenti è stato il carico della vettura (proveniente dal centro cittadino e diretta in Francia), che appariva piuttosto pesante. Senza contare la velocità con cui il mezzo, dentro il quale all’apparenza c’era soltanto l’autista, si accingeva ad attraversare la frontiera.

L’auto è stata così bloccata, prima del confine e una volta aperto il bagagliaio sono stati scoperti i quattro stranieri, tutti del Bangladesh, ormai stremati e quasi senza ossigeno.

Ai poliziotti hanno detto di aver versato la somma complessiva di 150 euro al passeur, che dovrà rispondere di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina con l’aggravante del trattamento disumano.