Un migrante cingalese di 42 anni, con precedenti per furto in abitazione, danneggiamento, resistenza a pubblico ufficiale e droga, considerato soggetto pericoloso, è stato espulso dalla polizia, che lo ha scortato dalla polizia fino in Sri Lanka.

L’uomo è stato trasferito in aereo nel suo Paese di origine, controllato a vista per tutta la durata del viaggio, una volta giunto all’aeroporto di Colombo è stato consegnato alla locale polizia.

Dalla ricostruzione del suo profilo criminale, emerge che, entrato in Italia nel 1998, ha sempre cercato di eludere i controlli di polizia, fornendo diversi pseudonimi a ogni identificazione.

Aveva prescelto la provincia milanese come base per i suoi affari illeciti, che gli sono costati, nel corso degli anni, una lunga pena detentiva. Saldato il suo debito con la giustizia, sorpreso ad un controllo dagli agenti del commissariato di Sanremo, è stato messo a disposizione degli agenti dell’Ufficio Immigrazione che, in seguito a un’intesa con il Consolato dello Sri Lanka, hanno proceduto, su ordine del Questore di Imperia, al suo rimpatrio.

Altri episodi legati all’immigrazione clandestina

Un albanese, di 30 anni, entrato illegalmente in Italia nel 2014, rintracciato dalla Polizia di Frontiera di Ventimiglia, con precedenti per violazione delle norme sulla migrazione regolare, furto in abitazione, possesso ingiustificato di chiavi o grimaldelli, danneggiamento, è stato scortato presso la Frontiera Aerea di Milano Malpensa, imbarcato su un volo diretto in Albania.

Stessa sorte per un altro suo connazionale, 41 anni, che, giunto in Italia nel 1998 ha da subito intrapreso la via della illegalità scontando, a causa dei suoi numerosi reati, una lunga pena presso la Casa di Reclusione di Sanremo all’esito della quale è stato accompagnato, dagli agenti di polizia, alla frontiera di Milano.

Leggi anche:  Tentato furto all'Oviesse: fermate due ragazze

Un cittadino tunisino, 33enne, in Italia dal 2009, con precedenti per contrabbando di tabacchi e furto in abitazione, è stato scortato all’aeroporto internazionale di Genova, imbarcato su un volo per la Tunisia.

Infine una cittadina algerina, 39enne, con precedenti per reati contro il patrimonio, è stata destinataria di un provvedimento di espulsione e trattenimento presso il C.P.R. di Roma “Ponte Galeria”.

Espulsi anche 7 soggetti algerini, 3 afgani, 5 tunisini, 3 marocchini, 1 nigeriano, 1 iracheno, 1 cittadino della Costa d’Avorio, tutti presenti sul nostro territorio in maniera irregolare.
Sono in tutto 26 quindi, gli stranieri irregolari allontanati, a opera della Polizia di Stato, dal territorio nazionale la scorsa settimana.