Inchiesta choc de L’Espresso: La Riviera dei Fiori nel libro nero dei giocatori d’azzardo

Sono decine di milioni di euro i soldi che sono finiti in Slot Machines nella provincia di Imperia, almeno per quanto riguarda l’anno 2016: questo è quanto emerge dal report condotto dal noto giornale “L’Espresso”, consultabile sul sito della testata. Il dato sorprendente è che nonostante la presenza della Casa da Gioco, Sanremo si attesta in una posizione relativamente bassa in classifica: i giocatori d’azzardo più incalliti risiedono nel Golfo Dianese.

Diano Marina la città più “ludopatica”

A Diano marina, a fronte di una popolazione di quasi 6mila abitanti, sono 84 le Slot Machines presenti sul territorio, una più o meno ogni 14 abitanti. Inoltre, l’importo pro-capite al gioco d’azzardo è la cifra allucinante di 1325 euro annui (nel 2016), a fronte di un reddito medio di poco oltre i 18 mila euro annui per un totale di quai 8 milioni di euro investiti nel gioco.

Imperia seconda in classifica

Ad Imperia la situazione migliora leggermente: sono oltre 40milioni di euro quelli che nel 2016 sono finiti in “pancia” alle Slot Machines, per un apporto pro-capite di 969 euro. 316 apparecchi in città, 42mila abitanti (7,5 p ogni 100 persone) con un reddito medio di 19mila euro.

Leggi anche:  Fiorista in prognosi riservata dopo incidente: rischia di perdere la milza

La situazione a Sanremo

A Sanremo invece, come già accennato, il gico d’azzardo sembra interessare poco i residenti, che preferiscono lasciarlo ai turisti che vengono da tutto il resto della Penisola e dall’Europa intera. Nel 2016 a Sanremo sono stati spesi oltre 36 milioni di euro sonanti nelle 416 Slot presenti in città. Sanremo conta 54.824 abitanti con un reddito medio di 17.604 euro. Le giocate annuali pro-capite ammontano a 665 euro. Nonostante l’elevatissima concentrazione degli apparecchi, a quanto pare, visto anche un reddito medio non fra i più alti della provincia, i Sanremesi preferiscono tenersi gli spiccioli in tasca.

A Taggia 11 macchinette ogni 100 abitanti

A Taggia la situazione si inverte: nonostante il reddito più basso di Sanremo (16mila euro annui pro-capite) i soldi confluiti nelle Slot Machines ammontano a oltre 12 milioni di euro, a fronte di una popolazione di soli 15mila abitanti: all’incirca 875 euro a persona nel 2016. Gli apparecchi in città sono 161, circa 11,5 ogni cento abitanti.

A Ventimiglia

Infine, Ventimiglia, città di frontiera, con 24.178 abitanti, nel 2016 ha giocato per 24,55 milioni di euro. Sono presenti 232 apparecchi, 9,6 ogni 100 abitanti. La giocata media pro-capite è di 1015 euro su un reddito di 16161 euro pro-capite.

Leggi QUI le altre notizie de La Riviera.it