Sono sul piede di guerra i genitori degli alunni delle scuole dell’infanzia e primarie di Latte, Bevera e Torri, a Ventimiglia, che si sentono sbugiardati, dopo la pubblicazione dell’esito degli esami che l’Asl 1 Imperiese ha commissionato all’Istituto Zoo Profilattico sui campioni di cibo somministrati, a metà marzo, ai piccoli studenti, molti dei quali hanno accusato i tipici sintomi dell’intossicazione alimentare. Così come alcuni docenti che aveva segnalato uno strano odore della carne.

“Sono una cinquantina in tutto i ragazzi e i docenti che si sono sentiti male – afferma un padre -. Non è normale una cosa del genere. Nessuno si è inventato nulla. Ci dicano cosa è accaduto, se il cibo era sano. Mio figlio ha avuto soltanto la diarrea, ma ci sono altri bambini che hanno vomitato; altri con forti colori alla pancia. Vogliamo controlli più attenti sul cibo che viene dato ai nostri ragazzi”.

Di seguito, in esclusiva, pubblichiamo i messaggi sulla chat di Whatsapp, che i genitori degli alunni si sono scambiati, nelle concitate ore successive alla presunta intossicazione.