Otto fucili clandesitni, con matricola abrasa; circa centocinquanta munizioni e nove chilogrammi di marijuana, sono stati sequestrati dalla Squadra Mobile di Imperia ad Antonio De Marte, 44 anni, originario di Seminara (Reggio Calabria) e abitante a Diano Castello, in provincia di Imperia.

L’uomo, con precedenti, è stato arrestato per detenzione di armi e di droga. Gli agenti sono intervenuti dietro mandato di perquisizione delegato dal pubblico ministero Alessandro Bogliolo di Imperia.

Il blitz ha interessato, oltre all’abitazione principale, una villetta, anche un vicino casolare, nella cui intercapedine ricavata dal sottotetto erano nascosti droga e armi.

Nel corso dell’operazione è stato denunciato anche il nipote di De Marte, 20 anni, trovato con 2,4 grammi di cocaina, già suddivisa in dosi e pronta per la vendita e un grammo di marijuana.

Ma non è tutto. Gli agenti della Mobile, coordinati dal vice questore aggiunto Giuseppe Lodeserto, hanno anche intercettato un albanese, con precedenti per droga, colpito da un ordine di espulsione alla frontiera emesso dal magistrato di sorveglianza di Novara.