Il Comune di Ventimiglia è stato costretto a pagare ventimila euro di risarcimento, dopo la caduta in strada di un pedone, per colpa di una buca.

La vicenda risale all’11 aprile del 2014, quando N.A.E., denuncia che in via Girolamo Rossi, in occasione del mercato settimanale, all’altezza del civico 7A, cadeva improvvisamente a terra, a causa di una buca presente nella strada, procurandosi delle lesioni personali.

A quel punto chiede un risarcimento complessivo di 43.780 euro, oltre alla rifusione delle spese di giudizio. Il risarcimento è stato deciso in via transattiva, con udienza fissata davanti al tribunale di Imperia, per il prossimo 9 maggio.

“La parte ha assolto il proprio onere probatorio sia in merito ai fatti avvenuti – è scritto nella delibera – con dichiarazioni testimoniali che confermano il luogo e la dinamica della caduta ed evidenziano altresì che la presenza della buca era già stata segnalata al Comune, sia in merito ai danni per lesioni, con idonea documentazione medica; la posizione dell’Ente appare alquanto critica, in particolare sotto il profilo della responsabilità ex art. 2051 c.c. per beni in custodia, stante il difetto di manutenzione”.

Leggi anche:  Arrestato l'imprenditore Luigi Dagostino "deus ex machina" di The Mall

E poi. “La perizia medico legale espletata dal medico di fiducia della società assicuratrice ha accertato il nesso causale tra evento e lesioni ed ha confermato una percentuale di invalidità permanente della parte attrice”.

L’importo, tra l’altro, sarà a totale carico del Comune, vista la franchigia di venticinquemila euro con l’assicurazione.