Probabili polpette avvelenate in via Nino Bixio

Attenzione con i cani: polpette avvelenate sulla pista ciclabile

Una scoperta che lascia sconcertati, in pieno centro a Sanremo sono stati rinvenuti dei bocconcini, probabilmente avvelenati destinati ai cani che regolarmente passeggiano sulla pista ciclabile insieme ai loro padroni. Il rinvenimento, occorso nel primo pomeriggio, ad opera di Alvaro e Andrea, i titolari del chiosco che affitta le biciclette in via Nino Bixio, lungo la ciclovia, all’altezza del Monumento.

Il rinvenimento

A insospettire i due un oggetto, all’apparenza una palla, dal quale il loro pastore tedesco Nori era particolarmente attratto. In realtà ad un esame attento l’oggetto si è rilevato una vera e propria polpetta con dentro i granuli tipici del veleno per i topi, quantomeno a prima vista. Con una rapida ricerca, Andrea ha trovato altre quattro polpette avvelenate.

Allertati i Carabinieri

Sono stati allertati i carabinieri che hanno contattato un tecnico dell’Asl che effettuerà tutti gli esami del caso per stabilire se quello che sembra essere un atroce,ma probabile sospetto, sia in realtà effettivamente la terribile verità. I due titolari, tra l’altro, aggiungono che il cane sembra andare pazzo per quei bocconcini, come se ne fosse attirato. Oltre a sommare un ulteriore e lampante sospetto alla composizione dell’impasto, il fatto che solamente oggi il cane abbia trovato uno di questi bocconcini – e la pioggia di ieri e stamattina- sembrerebbe collocare il posizionamento delle trappole in tempi recenti.

Leggi anche:  Morto per un infarto lo storico vivaista Giuseppe Botta

Come comportarsi in caso di ingestione

Se il vostro cane all’improvviso guaisce, trema o sbava o se proprio lo avete visto ingoiare l’esca, ovviamente la soluzione più semplice è quella di mollare tutto e correre dal veterinario più vicino. Resta molto dibattuta anche tra i veterinari stessi, l’eventualità di somministrare all’animale dell’acqua ossigenata per procurare il vomito. Sicuramente il cane vomiterebbe quasi immediatamente, ma molti medici insistono nel sottolineare il danno ai tessuti che l’acqua ossigenata apporterebbe. Se non ve la sentite di rischiare provate con acqua e sale. E subito dal veterinario.