Si è conclusa con un arresto e il sequestro di 705 grammi di cocaina un’operazione antidroga della Guardia di Finanza, alla barriera autostradale di Ventimiglia.

Il blitz è scattato su un autobus di linea spagnolo, proveniente da Murcia e diretto a Milano, con a bordo una cinquantina di passeggeri. In manette è finito un trentenne africano originario del Burkina Faso, residente a Belluno e con permesso di lavoro in Spagna.

L’uomo aveva nascosto lo stupefacente tra il bracciolo e la parete dell’autobus. Determinante è stato il fiuto del cane antidroga “Cally”, un Labrador, che ha trovato l’involucro.

Terminato il controllo dei bagagli, che ha dato esito negativo; è cominciata l’ispezione dei passeggeri e il cane ha subito mostrato interesse per il trentenne.

Quindi, l’ispezione è proseguita a bordo dell’autobus, dove “Cally” ha fiutato lo stupefacente. Guarda caso, il posto dov’era nascosta la cocaina era quello del giovane africano, per il quale sono scattate le manette.