Un migrante, di 27 anni, originario della Guinea, richiedente asilo politico in Italia, accusato di aver molestato su un autobus della Riviera Trasporti due ragazzine minorenni, in zona Borgo Prino, a Imperia, è stato arrestato mercoledì sera, ma la notizia trapela solo ora.

Il giovane è stato catturato grazie alla solerzia dell’autista, che una volta accortosi dell’accaduto ha chiuso le porte del mezzo, allertando il 112.

L’uomo, che da circa otto mesi è ospite del entro di accoglienza di Piani di Imperia, gestito dalla cooperativa “Goccia”, è stato così bloccato e arrestato dalle forze dell’ordine che hanno raccolto le testimonianze dei presenti per ricostruire l’accaduto.

“Chi commette un reato, sia bianco o nero, deve pagare – è il commento di don Antonello Dani, parroco di Piani, nonché uno dei fondatori della cooperativa. L’unico problema è che ora si solleverà un nuovo polverone sulla questione migranti, visto che lo stesso reato, commesso da uno straniero, ha una risonanza maggiore”.

Leggi anche:  Ecco chi è il nuovo sindaco dei Ragazzi di Imperia

Don Dani, che conosce il ventisettenne arrestato: “A vederlo così, sembra una persona con qualche problema, ma non ho avuto modo di conoscerlo bene”.