E’ stato fissato al prossimo 8 ottobre, davanti alla Terza Sezione della Corte di Appello di Genova, il secondo grado di giudizio nei confronti di: William Mc Innes, 74 anni, il marittimo statunitense dell’Iowa, residente a Saint Tropez, condannato a 1 anno e 2 mesi di reclusione, in primo grado e nelle forme del rito abbreviato (con il pm Marco Zocco, che chiese 1 anno e 6 mesi), per aver esploso un razzo di segnalazione dalla propria barca a vela ( la “Sif of San Francisco”,) verso la banchina e ferendo l’agronomo imperiese Sergio Salvagno, che riportò un grave trauma facciale, con perdita dell’occhio sinistro.

I fatti, risalenti al 12 settembre del 2014, avvennero a Porto Maurizio, a margine del Raduno di Vele d’Epoca. In sede civile Salvagno ha già ottenuto un risarcimento pari a 2 milioni di euro.

“Già il fatto che sia stato riconosciuto l’evento accidentale e non doloso, ci rende soddisfatti – afferma illegale della difesa, avvocato Tito Schivo – ma riteniamo che debbano ancora essere corretti alcuni punti della sentenza”.