Non si esibiranno questa sera Ermal Meta e Fabrizio Moro, in attesa del giudizio definitivo sulla loro canzone “Non mi avete fatto niente”.

Sospesa l’esibizione di Meta e Moro questa sera

Non si placa la polemica Meta-Moro, prima accusati di plagio, poi assolti come caso di “autocitazione” e infine messi da parte in attesa del giudizio finale.

In attesa di approfondimenti, si è preferito rimandare la loro esibizione di questa sera, puntata nella quale è prevista la performance di dieci dei big in gara (giovedì gli altri dieci). Al loro posto, è stato estratto Renzo Rubino, in programma invece domani.

La polemica riguarda la somiglianza di “Non mi avete fatto niente” con un brano già presentato alle selezioni di Sanremo Giovani nel 2016. Si tratta di “Silenzio” cantata da Ambra Calvani e Gabriele De Pascali. Il testo di Silenzio è di Andrea Febo, coautore, insieme a Meta e Moro, del brano “Non mi avete fatto niente”. Proprio per questo motivo, si era esclusa inizialmente l’accusa di plagio, ma si era parlato di “autocitazione”, dato che l’autore del brano è di fatto lo stesso.

Leggi anche:  Torneo di belotta Memorial Fabio Angeloni

Nessuna conferma sulla presunta squalifica, la decisione di questa sera è dettata dalla necessità di verificare l’idoneità con il regolamento, hanno fatto sapere dalla Rai. La scelta è stata comunicata poco prima dell’inizio del Festival, rettificando la precedente conferenza stampa.

Il grosso problema non sembra comunque essere la somiglianza di musica e parole con il brano “Silenzio”, ma la possibilità che quella canzone sia stata già cantata in qualche concerto o trasmessa in qualche radio. Il regolamento di Sanremo prevede infatti (solo per i big e non per le nuove proposte), che il brano presentato sia inedito, mai diffuso in precedenza neanche parzialmente.