Aumentano sempre di più gli abbandoni nei canili, soprattutto per le difficoltà economiche delle famiglie.

Sempre più animali abbandonati: la colpa dei divorzi

Secondo il Ministero della Salute, in Italia ci sarebbero oltre 700mila randagi, con una costante crescita degli ingressi nei canili. A rischio, come sempre, la stagione estiva, quando gli abbandoni hanno un particolare picco.

Come racconta questa mattina Il Secolo XIX, in provincia di Imperia i cani in attesa di adozione sarebbero circa 500, altrettanti i gatti.

L’impennata si registra soprattutto nelle rinunce, dovute a crisi economiche, separazioni familiari o trasferimenti per motivi lavorativi. Dopo aver infatti adottato un cane, ci si rende conto delle varie spese legate a vaccini, farmaci e visite.

L’abbandono, si ricorda, è un reato penale che prevede multe da mille a diecimila euro e fino a un anno di reclusione.