“Sindaco, basta negri! Capisco che implicitamente danno una mano alla ‘ndrangheta che tu – da buon calabrese – sostieni, ma noi ne abbiamo le scatole piene… L’eroe di Macerata insegna, anche Ventimiglia avrà la sua strage con te in testa e una decina di “sporchi negri”. Contaci! Un eroe vendicatore”.

A due giorni dalla débâcle elettorale del Partito Democratico, a Ventimiglia, che ha preso un terzo dei voti della Lega (primo partito in città), esce una nuova lettera di accuse al primo cittadino (Pd).

Come anticipato dai quotidiani Secolo XIX e La Stampa, a fine missiva viene contenuta una minaccia, col riferimento alla sparatoria di un folle contro un gruppo di stranieri. Ma ancora più inquietanti sono le accuse al sindaco di sostenere la ‘ndrangheta. Sul caso sta ora indagando la polizia.

Potrebbe trattarsi dello stesso  personaggio che ha già inviato una lettera di minacce l’estate scorsa al sindaco? Su questo punto stanno lavorando gli investigatori.