“A farci uscire in fretta siete stati capaci, ma per organizzare i pullman e la sicurezza dei nostri bambini: cosa avete fatto?”.

E’ un grido unanime quello di una dozzina di mamme che stamani si sono recate in Comune, a Ventimiglia, per incontrare il sindaco e protestare contro la carente organizzazione relativa al trasferimento dei circa 170 alunni delle medie ed elementari Cavour, nel centro storico cittadino, che oggi dovevano lasciare la scuola, che è stata chiusa perchè inagibile, proseguendo l’anno scolastico alle medie di Roverino e alle elementari di via Vittorio Veneto.

I genitori lamentano il ritardato ingresso a scuola, dovuto al fatto che gli scuolabus sono sempre gli stessi e, a fronte di un elevato numero di bambini da portare, sono costretti ad effettuare più giri. Ma non è tutto.

A detta di alcune mamme, un gruppo di studenti delle elementari sarebbe stato portato per sbaglio alle medie e lo scuolabus li ha dovuti riportare indietro. Le mamme contestano pure la decisione di far viaggiare in piedi gli alunni in esubero rispetto ai posti a sedere. In media, i ragazzi sarebbe giunti a scuola chi con venti o minuti o mezzora di ritardo.